Una nuova ricerca sostiene che il prezzo del Bitcoin potrebbe alla fine raggiungere i 140.000 dollari nei prossimi cinque anni, nonostante attualmente sia superiore ai 10.000 dollari, con un tetto massimo di mercato base di 200 miliardi di dollari.

Il whitepaper in due parti „Bitcoin come investimento“ pubblicato questa settimana dal consulente per gli investimenti, Ark Investment, ha considerato come il Bitcoin potrebbe essere il „bene monetario più interessante dopo l’oro“, sostenendo che la principale moneta criptata è all’inizio del suo percorso verso la monetizzazione.

La tesi d’investimento secondo cui il limite di mercato del Crypto Cash potrebbe potenzialmente raggiungere i 3.000 miliardi di dollari nei prossimi cinque anni non solo ha esaminato le opportunità di mercato che abbondano per il Bitcoin. Ha anche sottolineato i pochi rischi affrontati da individui e istituzioni che investono pesantemente nel Bitcoin.

Le opportunità di mercato del Bitcoin indicano un valore di 3 trilioni di dollari

Il documento ha evidenziato le opportunità di mercato fattibili che inevitabilmente aumenteranno il prezzo del Bitcoin nei prossimi anni. Queste opportunità includono l’azione come rete di regolamento globale, una protezione contro il sequestro dei beni, una versione digitale dell’oro e una copertura contro l’inflazione della valuta fiat.

Per quanto riguarda la capacità del Bitcoin di fungere da rete di pagamento globale, il documento ha citato i riferimenti dell’Economics of Bitcoin come rete di regolamento, dimostrando che la rete Bitcoin potrebbe „regolare una transazione al giorno con ogni altra banca in una rete globale di 850 banche“.

Con le sole banche statunitensi che regolano 1,3 quadrilioni di dollari all’anno, Bitcoin avrebbe bisogno solo del 10% della quota di mercato per raggiungere un tetto di mercato di 1,5 trilioni di dollari o 75.000 dollari per BTC.

L’unicità del Bitcoin come bene auto-sovrano è un’altra proposta di valore unica che significa che potrebbe ridurre drasticamente la probabilità che gli individui perdano la loro ricchezza a causa di un regime autoritario o dell’inflazione durante la loro vita.

„Se tale probabilità fosse del 5% in media a livello globale, la capitalizzazione di mercato di Bitcoin, o valore di rete, potrebbe salire di oltre 10 volte da 200 miliardi di dollari a 2,5 trilioni di dollari (235.000 dollari per BTC)“, ha osservato il documento.

L’altro argomento sul potenziale di crescita del valore di Bitcoin nel tempo è rappresentato dalle sue proprietà monetarie, il che significa che fornisce un’alternativa agli individui che cercano di proteggersi dai problemi che affliggono le monete di Fiat a livello globale.

Se il Bitcoin dovesse catturare solo il 5% della base monetaria globale al di fuori delle quattro maggiori valute fiat – gli Stati Uniti dollaro, yen, yuan, euro – il limite massimo di mercato della crittovaluta aumenterebbe di 1 trilione di dollari o (115.000 dollari per BTC).

Una caratteristica più comunemente pubblicizzata del bitcoin è la sua superiorità rispetto all’oro, migliorando gli attributi fondamentali come la trasportabilità e la scarsità verificabile. Se il Bitcoin prendesse una quota del 10% del mercato dell’oro fisico, il suo valore di rete potrebbe aumentare di quasi 1 trilione di dollari (42.500 dollari per BTC), un aumento di cinque volte rispetto al valore attuale di 200 miliardi di dollari.